STAZIONE DI INANELLAMENTO - PALERMO

La Stazione di Inanellamento è stata istituita con decreto dell’Assessore Regionale Agricoltura e Foreste del 5 marzo 1996, in base all’art. 5, primo e secondo comma della legge regionale 37/81 e con decreto n. 2346 del 10 novembre 1997, in base all’art. 5, comma 1, ed all’art. 9, comma 4, lettera e, della legge regionale 33/97, che prevede la possibilità di istituire Stazioni di Inanellamento presso Università siciliane la cui attività sia rivolta al settore faunistico, previo parere dell’Istituto Nazionale Fauna Selvatica. Il primo decreto prevedeva una scadenza triennale delle attività della Stazione, con possibilità di rinnovo; con il secondo decreto, l’istituzione della Stazione di Inanellamento è stata confermata e non è stato più posto il termine di tre anni.
L’attività della Stazione d’Inanellamento è svolta da un gruppo d’ornitologi e tirocinanti; alcuni di loro sono provvisti d’autorizzazione all’inanellamento da parte dell’Istituto Nazionale Fauna Selvatica.

 

PROGETTI DI RICERCA -Inanellamento e censimenti faunistici
-Biologia delle specie
-Atlante dei vertebrati della Sicilia
-Uccelli marini
-Uccelli insettivori
-Specie vulnerabili
-Rapaci
-Fenologia delle migrazioni
-Censimenti uccelli acquatici svernanti
-Banca dati catture e ricatture
-Studi sull’alimentazione
-Studi delle specie di ambienti rurali
-Collaborazione con Centri di Recupero Fauna Selvatica -Ricerche ornitologiche al di fuori della Sicilia (La migrazione attraverso il deserto della Libia, Ricerche nel Caucaso, Emirati Arabi, Giordania, ecc.)